ANCORA FREUD

Ancora ogg,i nel giorno dell’anniversario della morte di Sigmund Freud 23 settembre 1939 e dopo 17 anni di onesta professione, come dicono alcuni, mi chiedo ancora come donna psicoanalista che cos’è l’inconscio e come esso possa essere definito. A parte le definizioni comuni che troviamo ovunque, l’inconscio non è definibile se non attraverso un lavoroContinua a leggere “ANCORA FREUD”

L’eredità nascosta

“Amici, come avrete visto il mio papà non c’è più. Non posso rispondere ai vostri tanti messaggi che vedo arrivare, perché sono in mezzo al mare e abbiamo appena fatto un salvataggio – scrive Cecilia Strada condividendo l’immagine di orizzonte non troppo lontano – non ero con lui, ma di tutti i posti dove avreiContinua a leggere “L’eredità nascosta”

Essere donna in privilegio di Madre natura

Nascere donna è di per sé un privilegio di natura. La vita sceglie un corpo di donna per donare la vita. La natura si compiace di questo e dona alla donna questo potere. Attraverso una ferita che resta sempre aperta la creatività prende vita. E la natura si compiace di realizzare sé in un corpoContinua a leggere “Essere donna in privilegio di Madre natura”

La vita què es

La pandemia ha slatentizzato l’angoscia di morte e comprese molte forme diversificate di ipocondria, (che ricordo essere una psicosi) per troppo tempo soffocate da una società narcisistica ed edonistica dove il rapporto con la morte non può essere vissuto in quanto visto come ostacolo al proprio divertimento tout court invece che come parte integrante dellaContinua a leggere “La vita què es”

La paura è l’opposto della volontà

Abbiamo sempre bisogno di avventura e gioco nelle nostre vite. Cos’è la Pasqua se non la capacità di aver trasformato le nostre ferite nell’avventura più straordinaria che è la vita stessa. Perché un uovo, perché un uovo è scoperta, un uovo è rottura di uno schema è sorpresa e meraviglia della Vita. Ci possiamo meravigliareContinua a leggere “La paura è l’opposto della volontà”

Non fare mai che le difficoltà e il male superino te stesso

Noi tutti siamo più grandi delle nostre ferite. Quando il nostro corpo e la nostra mente sono sotto stress come in questo momento storico, il desiderio più o meno consapevole di abbandonarsi, di lasciare che il flusso degli eventi ci trascini in un limbo in attesa di tornare a vivere, è molto frequente. I giorniContinua a leggere “Non fare mai che le difficoltà e il male superino te stesso”

Mi scusi se insisto…

Lo so Lo so è un momento difficile, oggi una mia cara amica mi ha detto che la sua vicina di casa è in ospedale con il Covid e se la sta passando molto male, ha sempre fame d’aria. Anch’io Signor Presidente ho fame d’aria, è un’aria diversa ma è aria. Il mio respiro siContinua a leggere “Mi scusi se insisto…”

Lettera aperta al Presidente del Consiglio

Caro Presidente, Le scrivo per poter condividere con Lei alcune riflessioni. Le Arti in Italia, stanno attraversando un periodo di grande difficoltà e non solo per il Covid ma anche perché altre realtà come la tv on demand e altri svaghi hanno sostituito di gran lunga il cinema ma soprattutto il teatro. Sa Presidente, l’altraContinua a leggere “Lettera aperta al Presidente del Consiglio”

Ti aiuto?No, grazie ce la faccio da solo

Nasciamo tutti dipendenti, nasciamo da qualcuno che non siamo noi. Nasciamo da un corpo che non è il nostro e dal quale per un motivo o per l’altro ci dovremo fare i conti per tanto tempo. La maggior parte delle persone ha paura di diventare dipendente da qualcuno, la loro paura è dettata dal loroContinua a leggere “Ti aiuto?No, grazie ce la faccio da solo”